Pedroni torna assessore a Scandiano. Si occuperà di ambiente e città

Il neo nominato assessore Claudio Pedroni con il sindaco Matteo Nasciuti

Sostituisce Marco Ferri nominato dell’Auls. Vicesindaca è Elisa Davoli. I lavori pubblici a metà  tra sindaco e il neo nominato

SCANDIANO. È Claudio Pedroni, conosciutissimo volto della politica locale, il nuovo assessore del Comune di Scandiano. Sabato mattina il sindaco Matteo Nasciuti ha firmato il decreto che nomina il 61enne, già in giunta dal 2004 al 2014, assessore alla città sostenibile, incarico con cui si occuperà principalmente di ambiente. In contemporanea, sono arrivate altre redistribuzioni di deleghe che completano il riassetto iniziato il mese scorso quando il vicesindaco Marco Ferri, assessore ai lavori pubblici e ambiente, si è dimesso per diventare pochi giorni dopo direttore del distretto sanitario scandianese.

Il posto di vicesindaco è andato all’assessore alla scuola Elisa Davoli. Ora, Nasciuti passa la delega al personale all’assessore Elisabetta Leonardi e mantiene quella alla mobilità. In contemporanea, per la prima volta nella storia amministrativa scandianese, sparisce la delega ai lavori pubblici, d’ora in poi divisi fra Nasciuti e Pedroni. «I lavori pubblici, intesi nella loro accezione tradizionale, spariranno, ma rimarranno in capo al sindaco per i progetti strategici e al nuovo assessore la cura della città e la manutenzione», spiega Nasciuti.


Pedroni è un geometra, nato e cresciuto a Scandiano, da vent’anni impiegato come tecnico della prevenzione all’Ausl di Reggio. Da sempre impegnato nel centro-sinistra, è stato assessore dal 2004 al 2014, nei mandati guidati da Angelo Giovannetti e Alessio Mammi, occupandosi sempre di ambiente. Dal 2004 al 2009 ha avuto anche le deleghe a protezione civile sport e tempo libero, dal 2009 al 2014 ha aggiunto urbanistica ed edilizia privata. È una scelta di continuità e di garanzia, arrivata dopo una riflessione nel Pd: «La decisione è stata maturata in questo mese e dopo alcuni confronti con la giunta e con molti soggetti cittadini, tra cui il mio partito. La scelta è ricaduta su una figura con una bella storia amministrativa alle spalle, che sono convinto possa mettere a disposizione esperienze e capacità anche nella Scandiano attuale» conclude Nasciuti.