Compra una smart-tv a 400 euro online ma resta truffato

Un 50enne di Ramiseto ha chiesto aiuto ai carabinieri che hanno identificato un 31enne catanese sospettato di aver messo a segno numerosi altri colpi

VENTASSO. Un sito dove vendeva a prezzi vantaggiosi smart tv e smartphone che poi non spediva dopo aver incassato i soldi della vendita. L’uomo, un 31enne catanese, aveva messo a punto un sistema originale per fare le truffe: utilizzando i dati fiscali di un’impresa di pulizie fallita, aveva aperto un sito di compravendita di cellulari e televisori, ora chiuso. Incassava il danaro grazie a un conto corrente aperto nel Regno Unito: una volta ricevuti i soldi non spediva nulla e bidonava l’acquirente.

Tra le decine di truffati anche un reggiano 50enne che si è rivolto ai carabinieri di Ramiseto che sono riusciti a identificare il truffatore, denunciandolo. La vittima ha acquistato sul sito del truffatore una smart-tv pagando  appena  400 euro sull’iban di un conto corrente bancario allocato nel Regno Unito. Con il passare del tempo non ricevendo alcun televisore ma soprattutto non riuscendo a mettersi in contatto con il venditore, ha capito di essere stato truffato esi è rivolto ai carabinieri di Ramiseto.

I militari anche grazie a una serie di riscontri investigativi, anche di natura telematica, sono riusciti a risalire al truffatore, con a carico precedenti di polizia per analoghe truffe compiute con lo stesso “modus operandi”. I carabinieri ricordano di prestare la massima attenzione agli annunci on-line per la compravendita di beni e servizi, "Bisogna diffidare - spiegano - dagli acquisti molto convenienti perchè spesso si tratta di truffe o di merce rubata; fate acquisti on-line con la carta di credito solo su siti che forniscano valide garanzie di sicurezza della comunicazione come nel caso in cui l’indirizzo visualizzato dal browser inizi con Http; non inserire in nessun caso i dettagli della carta di credito su siti sconosciuti e non inviare la copia del documento personale".