Operazione anti-droga dei carabinieri, 19 arresti in Emilia, Lombardia e Piemonte

Il blitz è scattato questa mattina all'alba dopo un'indagine avviata un anno fa a Sassuolo. Le 19 ordinanze di custodia in carcere hanno colpito persone con precedenti, di cui 8 non in regola con il permesso di soggiorno

REGGIO EMILIA. Dalle prime ore del mattino, nelle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna, Mantova e Biella è in corso un’operazione antidroga condotta dai carabinieri di Sassuolo per l’esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di 19 persone.

Di queste, 8 non sono in regola con il permesso di soggiorno, hanno tutte precedenti specifici e sono ritenute responsabili di concorso nella detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’indagine, che ha preso il via un anno fa ed è coordinata dalla Procura modenese, ha consentito di disarticolare di una vasta rete di spaccio operativa prevalentemente tra Sassuolo, Modena e Carpi ma con propaggini anche a Mantova, Reggio Emilia e Bologna, in grado di movimentare ingenti quantitativi di hashish e cocaina destinati al rifornimento di un vasto bacino di clienti.

Nel corso dell’attività investigativa, in occasione di singoli episodi di spaccio documentati dall’Arma, erano già state arrestate in flagranza di reato 18 persone con sequestri di stupefacenti per un totale di circa 10 chili.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi