Gli affari delle cosche al tempo del Covid. Mani su sanità, ditte in tilt e soldi pubblici

Reggio Emilia, visti i precedenti ’ndranghetisti del dopo-sisma 2012 si respira anche nel Reggiano il pericolo di nuove prede mafiose. Cafiero de Raho (Antimafia): «L’azione di contrasto non può essere solo degli inquirenti, deve muoversi anche la politica»