Don Minotta lascia «Grazie per questi anni di lavoro con i giovani»

Il ringraziamento del Comune. Il sacerdote è destinato alle parrocchie di Boretto e Brescello. Era arrivato nel 2015 come diacono. Domenica il saluto

MONTECCHIO. Don Giancarlo Minotta lascia l’Unità pastorale di Montecchio; al suo posto arriva il diacono Marcello Mantellini. Domenica 11 ottobre l’Unita pastorale Madonna dell’Olmo – che comprende le parrocchie di San Donino di Montecchio e San Giuseppe di Aiola – saluteranno, dopo cinque anni, il sacerdote che andrà a dirigere l’Unita pastorale di Boretto Brescello e Lentigione.

Don Giancarlo Minotta, nato nel 1981, è arrivato a Montecchio nel giugno 2015, appena nominato diacono. Durante il suo servizio a Montecchio è stato ordinato sacerdote, il 14 maggio 2016. Si è occupato principalmente di pastorale giovanile, cercando di avere un’attenzione particolare all’aspetto educativo. Inoltre si è occupato dell’educazione dei ragazzi con una particolare attenzione alle nuove famiglie.


«L’amministrazione comunale ringrazia don Giancarlo per l’attività svolta in questi anni per la nostra comunità e in particolare per i giovani di Montecchio. A lui porgiamo i migliori auguri per l’esperienza che lo attende». Questo il saluto che arriva dal municipio. Durante i suoi anni a Montecchio, don Giancarlo ha sempre cercato la collaborazione con le istituzioni del territorio che seguono l’educazione dei ragazzi e in particolare la critica fase adolescenziale. Per alcuni anni, ha insegnato religione alla scuola superiore Silvio d’Arzo negli indirizzi specialistici di Itis e Ipsia, e fino al 2018 ha fatto da referente anche per la pastorale giovanile del vicariato della Val d’Enza. E stato un punto di riferimento per i giovani. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA