E' stato trovato morto il fungaiolo disperso sul Crinale

Ventasso: i soccorritori hanno recuperato la salma senza vita del 79enne le cui ricerche erano attive da venerdì

Il recupero della salma del fungaiolo disperso da venerdì

VENTASSO. E' stato trovato senza vita il fungaiolo di 79 anni Paolo Bertolini di Bibbiano le cui ricerche erano in corso da tre giorni, da quando venerdì si erano perse le sue tracce dopo che aveva trascorso la giornata con la moglie in cerca di funghi nella zona di Primaore. Questa mattina, lunedì 28 settembre intorno alle 11, il corpo senza vita è stato rinvenuto in zona Monte Ravaneto, in un canalone molto stretto, impervio e verticale.

Bertolini, che era originario del centro storico di Reggio Emilia, era il presidente del Circolo sociale Catomes Tot.

[[ge:gelocal:gazzetta-di-reggio:reggio:cronaca:1.39359151:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/cronaca/2020/09/28/news/enologia-in-lutto-e-morto-bertolani-1.39359151]]

Le ricerche erano iniziate subito la sera stessa del 25 settembre. Tre giorni di ricerche che hanno visto una grande mobilitazione di soccorritori impegni: il CNSAS stazioni Monte Cusna Reggio E, Stazione Monte Cimone Modena, stazione Monte Orsaro Parma stazione Rocca di Badolo Bologna, stazione Monte Falco Forlì, operatori Speleo delegazione regionale, nucleo cinofili CNSAS e VVF, vigili del fuoco del distaccamento di Castelnovo Monti e i mezzi SAF dal comando provinciale di Reggio Emilia e altro personale vigili del fuoco con i droni, la polizia provinciale anch’essa con i droni, i carabinieri forestali e i carabinieri di Villa Minozzo e Ligonchio, la Protezione Civile e il gruppo Lupi dell’Appenino.

Il ritrovamento è stato fatto da una squadra del CNSAS della stazione Monte Cusna composta da tre operatoti che si sono calati con la corda lungo questo orrido che è, in line d’aria, a circa 1,5 chilometri dall’ultimo punto dove la moglie lo aveva visto. Sul posto è andato l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un tecnico di elisoccorso del CNSAS che ha provveduto a costatare il decesso e a recuperare la salma. Sul posto i carabinieri per gli accertamenti. La salma è stata poi trasportata all’obitorio dell’ospedale di Castelnovo Monti.