Ubriaco devasta casa poi se la prende con i familiari e i carabinieri, arrestato

La caserma dei carabinieri di Gualtieri

Gualtieri, in manette un giovane di 27 anni che alla fine ha tentato di prendere dalla fondina di un miltare la pistola d' ordinanza

GUALTIERI.  Nottata movimentata a Gualtieri, dove un giovane, ubriaco, ha dato in escandescenze prima a casa con i propri congiunti e poi con i carabinieri intervenuti su richiesta dei familiari. Per questo motivo i carabinieri della sezione Rradiomobile della compagnia di Guastalla unitamente ai colleghi della stazione d Brescello, hanno arrestato un operaio di 27 anni, residente a Gualtiericon, come  le accuse di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale nonché rifiuto delle indicazioni sulla propria identità personale.

Il giovane, al termine delle formalità, è stata portato alla Pulce e ora è a disposizione dell'autotità giudiziaria.  I fatti sono accaduti la sera di lunedì 14 settembre, poco prima delle 23, quando al 112 dei carabinieri è giunta la richiesta di intervento presso un' abitazione dove un giovane era i stato di agitazione aggredendo i parenti e danneggiandoo mobili. Arrivate sul posto le pattuglie della sezione radiomobile di Guastalla e della stazione di Brescello venivano accolte in strada da un 19enne il quale riferiva che poco prima il fratello maggiore. rinetrato a casa visibilmente alterato probabilmente per l’alcol bevuto, aveva chiesto con insistenza dei soldi al padre che aveva rifiutato.

In quel momento il 27enne ha iniziato a strappare i cuscini del divano, a danneggiare una porta e una bicicletta e poi si è avventato sul padre. Il fratello minoresi è frapposto tra i due ma è stato a sua volta aggredito dal fratello maggiore tanto da dover ricorrere alle cure mediche per le lesioni riportate. Poi il 27enne è uscito di casa ma è stato rintracciato dai carabinieri poco dopo nella centralissima piazza Bentivoglio. Alla vista dei militari l'uomo che si è rifiutato di esibire i documenti, ha dato ulteriormente in escandescenze, minacciando e offendendo i militari, fino a cercare di prendere dalla fondina di uno di loro la pistola d’ordinanzae.

Grazie alla superiorità numerica il giovane esagitato è stato a bloccato dai militari che alla luce della condotta violenta lo hanno arrestato.