È morto Tiziano Davoli dello storico negozio Tiziano Calzature

Tiziano Davoli con la moglie Anna Lisa

Reggio Emilia, dopo aver dato l’annuncio della cessazione dell’attività, durata 53 anni, prevista per il prossimo 22 ottobre, Davoli e la moglie Anna Lisa Zanella si stavano preparando a godersi la tanto sudata pensione

REGGIO EMILIA. È venuto a mancare improvvisamente, a causa di una emorragia celebrale, nella notte tra lunedì e martedì Tiziano Davoli, titolare dello storico negozio di scarpe “Calzature Tiziano” situato sotto i portici di via Emilia San Pietro a Reggio.

Dopo aver dato l’annuncio della cessazione dell’attività, durata 53 anni, prevista per il prossimo 22 ottobre, Davoli e la moglie Anna Lisa Zanella si stavano preparando a godersi la tanto sudata pensione, tra le passioni di una vita, in primis il ciclismo, e i tanto amati nipotini. «Mio padre è nato in tempo di guerra, orfano di padre e con molti fratelli a cui provvedere. Tante volte ho ascoltato i suoi racconti di quando era bambino e di come è riuscito ad avviare la sua attività – spiega commossa la figlia Laura – Ha iniziato a lavorare a soli 9 anni come garzone, lavava le scale dei “signori” a 10, poi ha fatto il panettiere, il venditore di tessuti e tanti alti mestieri. Lui diceva che quelli “erano altri tempi”. A 27 anni ha finalmente rilevato il negozio in fallimento “Moto Zanichelli” in via Emilia. Da qui ha avuto inizio la sua carriera di piccolo imprenditore. Amava ricordarci che l’insegna del negozio portava il suo nome, scritto “bello grande” e rigorosamente in rosso acceso, il suo colore preferito. Ne andava così orgoglioso e fiero, non riusciva a nasconderlo. È stato un uomo che si è fatto da solo, facendo molti sacrifici per la sua famiglia».


Alla fine degli anni ’60, racconta la moglie, «abbiamo iniziato a vendere calzature per uomo, donna e bambino all’ex mercato coperto di Reggio Emilia. Mio marito ha sempre lavorato con dedizione fino alla fine. Abbiamo cercato di cedere l’attività in un qualche modo, nonostante fosse da sempre la nostra vita. Tiziano si era persino offerto di affiancare degli ipotetici nuovi proprietari per qualche tempo, in modo tale da trasmettere la sua passione e insegnare i trucchi del mestiere, ma nessuno se l’è sentita di prendersi un impegno così, soprattutto vista la situazione sanitaria odierna».

Davoli, inoltre, era un uomo buono. Volontario della Croce Verde, aveva poi fatto dei suoi clienti una piccola grande famiglia, come testimoniano i numerosi messaggi ricevuti dopo l’annuncio della chiusura del negozio di calzature; in particolar modo la moglie ha ricordato la tenera reazione avuta da una coppia di anziani, storici clienti, i quali hanno espresso la propria gratitudine nei suoi confronti per aver dato un contributo alla città di Reggio Emilia, come commerciante ma soprattutto persona.

Tiziano all’età di 79 lascia la moglie Anna Lisa, la figlia Laura, il cognato e i due adorati nipotini. I funerali si svolgeranno, nel rispetto delle misure di sicurezza per contrastare il Covid-19, solamente una volta terminata la procedura di donazione degli organi, come da sua espressa volontà. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi