Operaio di 37 anni colpito da una scarica mentre è al lavoro

I vigili del fuoco alla Clevertech

Cadelbosco Sopra, stava smontando un macchinario spento alla Clevertech ed è stato ferito alla mano. Trasportato all’ospedale

CADELBOSCO SOPRA. Stava smontando un macchinario all’interno del capannone della Clevertech di Cadelbosco Sopra, la ditta in via Brodolini per la progettazione e produzione di macchinari per la collocazione di prodotti da trasportare su pallet, quando è stato colpito da una forte scossa elettrica. Un elettricista di 37 anni, S.M. residente a Correggio è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, con una mano mezza bruciacchiata. I medici non temono per la sua vita. Immediato l’intervento dei sanitari, dei carabinieri di Cadelbosco Sopra e dei vigili del fuoco di Reggio Emilia che hanno effettuato il sopralluogo.

«L’azienda – spiega uno dei dirigenti tecnici, l’ingegnere Giuseppe Reggiani – ha aperto un indagine interna per accertare, senza ombra di dubbio, le cause dell’infortunio. Siamo molto attenti al tema della sicurezza». Due le ipotesi che per il momento vengono formulate: o una disattenzione da parte del lavoratore (un operaio con contratto di somministrazione) o un problema di alimentazione del macchinario che al momento dell’incidente, però, era spento. «Di sicuro – prosegue Reggiani – la scarica elettrica non è partita dal sistema di alimentazione generale dell’azienda. Semmai, si è trattato di un problema di cablaggio del macchinario. Siamo però molto contenti che le conseguenza per il dipendete siano state limitate». Secondo il responsabile della sicurezza aziendale Marino Sambuchi: «Al macchinario lavorava una persona esperta e altamente qualificata. Arriveremo certamente a capire cosa sia accaduto».