Tecnico Enel di 26 anni si accascia al suolo, gravissimo

Infortunio sul lavoro o malore, le ipotesi sull'accaduto. E' successo nel pomeriggio a Valestra

CARPINETI. Un tecnico di 26 anni che stava effettuando un sopralluogo per conto di Enel in un borgo a Valestra è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro o di un malore mentre lavorava nel pomeriggio di oggi. È stato caricato in elicottero e portato d’urgenza all’ospedale Maggiore di Parma dove è ora ricoverato nel reparto di Rianimazione. 
 
L’infortunio, di cui è ancora poco chiara la dinamica, è avvenuto intorno alle 16.30, in via Casaponcio della frazione Valestra. Sul posto sono intervenuti, oltre ai mezzi inviati dal 118 anche i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Carpineti, con il personale della Prevenzione e sicurezza sui posti di lavoro dell’Asl di Scandiano.
Sul posto i tecnici Ausl e i militari dell’Arma hanno accertato che il giovane, che abita in un comune dell'Appennino Reggiano, dopo essere sceso da una scala utilizzata per controllare un palo della luce, per cause ancora al vaglio si è accasciato al suolo. 
 
Il collega che era con lui ha subito dato l’allarme temendo fosse stato folgorato. Ma non è escluso che possa trattarsi anche di un malore. Il 26enne non ha mai ripreso conoscenza ed è stato caricato in elicottero per essere trasportato all’ospedale. Sui fatti sono in corso accertamenti da parte degli operatori Asl di Scandiano per ricostruire i fatti e comprendere cosa sia esattamente accaduto.