Eccesso di velocità, dal velox di Barco 60 multe al giorno nel mese di giugno

L'autovelox a Barco di Bibbiano

Bibbiano, in aumento (1.850) le sanzioni dal rilevatore attivo H24. Il vicecomandante Ugoletti: «C’è chi va fortissimo nel cuore della notte»

BIBBIANO. Sono 1.850 le contravvenzioni per eccesso di velocità relative al mese di giugno comunicate ai trasgressori dalla polizia locale Val d’Enza per quanto riguarda il solo autovelox di Barco, installato l’anno scorso lungo la strada provinciale 28 che collega Montecchio a Reggio. Strada su cui vige il limite di 70 chilometri orari.
Contravvenzioni in aumento, dunque: sono più di 60 i veicoli i cui conducenti sono sanzionati ogni giorno per eccesso di velocità. Solo la seconda domenica del mese di giugno – spiega il corpo di polizia locale – “l’occhio elettronico” ha registrato ben 100 sanzioni per eccesso di velocità.

L’autovelox di Barco non ha mai smesso di registrare infrazioni: anche durante i mesi di lockdown, nonostante la diminuzione drastica dei passaggi, segnava ben 40 multe giornalieri. Il rilevatore è attivo 24 ore 24 e cattura la velocità in tutte e due le direzioni, essendo un macchinario di altissima tecnologia bidirezionale.Sull’aumento delle violazioni connesse alla velocità elevata abbiamo chiesto il parere del vicecomandante della polizia locale, Pierpaolo Ugoletti, che spiega: «Dopo tanti mesi di fermo, gli automobilisti hanno ripreso con le uscite, ma senza tenere conto delle regole e dei limiti di velocità. È un segno di forte distrazione, sono tutte segnalazioni per eccesso di velocità. Abbiamo da quello che ha appena superato il limite a quello che va fortissimo nel cuore della notte, senza tenere conto che l’apparecchio registra 24 ore su 24. Ci auguriamo che la situazione rientri nella norma il più presto possibile. Rispettate i limiti è importante per voi e la sicurezza degli altri».

Nonostante i numerosi appelli alla prudenza e al rispetto del codice della strada, il macchinario elettronico di Barco continua a registrare un numero quotidiano di violazioni importanti, nonostante il limite di 70 orari sia ben visibile in entrambi le direzioni di marcia.«L’autovelox è un ottimo strumento che serve soprattutto per l’innalzamento dei livelli di sicurezza stradale. Questi macchinari raccontano i dati che servono per fare il punto della situazione giornaliera», spiegano ancora dalla polizia locale. Con l’aumento delle sanzioni rimane da capire se dietro ci sia la fretta o la distrazione da parte degli automobilisti. Tuttavia, c’è comunque anche una buona notizia che la polizia locale registra, ovvero quello della diminuzione degli incidenti mortali sulla provinciale 28.

In questi giorni i tecnici, assieme agli uomini della polizia locale Val d’Enza, stanno ultimando l’installazione di un altro velox su un’altra strada critica, la Sp 12 di Barcaccia che collega San Polo con Montecchio, portando il limite da 50 a 70 orari.