Alfredo Amato rischia la stessa pena: 19 anni

BOLOGNA

Nelle pieghe del maxiprocesso d’appello Aemilia – in corso a Bologna – è stata affrontata anche la posizione di Alfredo Amato.


Per lui il sostituto pg Luciana Cicerchia ha chiesto la conferma della condanna a 19 anni comminata in primo grado. Si tratta del fratello di Francesco: quest’ultimo nel 2018, dopo essere stato a sua volta condannato in primo grado in Aemilia, si asserragliò con degli ostaggi nell'ufficio postale di Pieve. Entrambi i fratelli Amato hanno l'imputazione di associazione mafiosa. Per un altro imputato di associazione mafiosa – Graziano Schirone – il sostituto pg Lucia Musti ha chiesto 15 anni di carcere contro i 17 in primo grado. Uno “sconto” dovuto all'unificazione dei riti abbreviato (nel quale è stato condannato a 12 anni per associazione mafiosa) e ordinari nel quale era stato condannato a 5 anni per violazione delle leggi sulle armi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA