App per prenotare la merenda Borse di studio a otto studenti

Le ha assegnate la Xion Technology di Chiozza, ditta in cui i ragazzi del Gobetti hanno fatto una esperienza di lavoro con ottimi risultati

SCANDIANO

Tre borse di studio per premiare i migliori studenti informatici. Sono state assegnate nei giorni scorsi a diversi studenti della quinta J dell’istituto Gobetti, reduci dall’esperienza di alternanza scuola-lavoro alla Xion Technology di Chiozza.


Gli alunni del corso di Informatica e telecomunicazioni seguiti dai docenti Matteo Bassi, Emanuela Franchini, Teresa Algeri e Vincenzo Boccia, hanno operato nei mesi scorsi all’interno dell’azienda informatica, e con ottimo profitto: al termine del percorso, i titolari hanno chiesto all’istituto Gobetti di istituire tre borse di studio, assegnate in base ad un concorso di idee, per premiare le competenze maturate nel settore.

I sei gruppi di studenti ammessi hanno sviluppato delle applicazioni software per le prenotazioni via internet di ordini e forniture, utilizzabili da computer come da telefono cellulare. I programmi consentono l’inserimento di un ordine da parte di un utente autenticato, e curano i passaggi che permettono la preparazione e la consegna del prodotto da parte dell’azienda fornitrice. In questo caso, l’obiettivo di mercato era molto concreto, la merenda del Gobetti.

«L’obiettivo è rendere più semplice e veloce la prenotazione dei prodotti da forno da consumare durante l’intervallo da parte degli studenti. Un rito quotidiano che tende a diventare dispersivo», spiegano gli insegnanti. L’ultimo atto si è tenuto pochi giorni nell’aula magna dell’istituto Gobetti, con mascherine e distanze di ordinanza. I titolari della Xion, Fabio Bocedi, Marco Rinaldi e Luca Valpiani, il preside Fausto Fiorani e i docenti della quinta J hanno assistito alla presentazione dei sei progetti ed alla fine hanno premiato i primi tre classificati. Al primo posto vi sono Nicolò Alberti e Graziano Orlando, che hanno ricevuto 750 euro. Al secondo Davide Della Giustina, Filippo Fantini e Gabriele Germini, con la loro borsa da 450 euro. Terzi sono arrivati Umberto Cavaliere, Luca Ferrarini, Manuel Pelloni; per loro il riconoscimento è di 300 euro. —

Adr.Ar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA