Nubifragio a Reggio Emilia, il maltempo flagella Cadelbosco, Sesso e Poviglio

REGGIO EMILIA. Sottopassi allagati, alberi spezzati con rami caduti a terra, ingenti danni all’agricoltura e un paese letteralmente finito sott'acqua, ovvero Cadelbosco Sopra.

Non bastava la grandine che si è abbattuta a Fabbrico, provocando non pochi danni. Il maltempo ha continuato a impervesare in provincia di Reggio Emilia, interessata da un lungo nubifragio nella notte fra venerdì e sabato. Oltre 100 gli interventi dei vigili del fuoco, ancora al lavoro per riportare la situazione in sicurezza.

Maltempo a Reggio Emilia, Cadelbosco allagata dopo il nubifragio

Pioggia e grandine sono cadute pressocchè incessantemente per circa due ore e mezza, da mezzanotte inoltrata fino alle tre circa del mattino, colpendo in particolare Reggio Emilia (soprattutto la zona di Sesso), Poviglio e Cadelbosco Sopra. 

Maltempo a Reggio Emilia, i sottopassi allagati: sott'acqua anche la stazione

Secondo Reggio Emilia Meteo, la pioggia ha provocato accumuli diffusamente oltre 40/60mm, con punte di 116mm su Reggio Emilia.

CADELBOSCO. E' qui il nubifragio ha provocato più danni, con l'acqua penetrata fin dentro le case, allagando appartamenti ai piani bassi, garage e scantinati. L'abbondante pioggia caduta ha intasato l'intero sistema fognario, rendendo particolarmente difficili le operazioni di deflusso dell'acqua da scantinati, garage e abitazioni.

Allagati garage, cantine e tavenette in via Spallanzani

In mattinata l'amministrazione comunale di Cadelbosco ha fatto sapere di aver contattato "i responsabili del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale che gestisce i canali di scolo del Comune. Gli operatori sono al lavoro da questa notte per consentire il deflusso delle acque dopo che sono scesi 150 mm di pioggia in 2 ore".

E ancora: "Le operazioni sono state ultimate, ora l’ingente quantità d’acqua deve avere il tempo di defluire.
L’emergenza dovrebbe concludersi entro la mattinata. Gli amministratori, insieme ai tecnici comunali, stanno effettuando un sopralluogo su tutto il territorio per verificare le criticità in atto che dovranno esser prese in carico dalla Protezione Civile".

Per segnalare emergenze è possibile  contattare il numero verde della Polizia Municipale: 800 567 590.

Fra le zone più critiche, via Viazza, via Bellini, via D’Oglio, via Matteotti, piazza S.Celestino, via Fangaglia. Strade molte delle quali sono state in maniera alternata chiuse al traffico per consentire ai vigili del fuoco e alla Protezione civile di intervenire con idrovore.

Chiusura temporanea anche ingresso lato “storico” del cimitero.

REGGIO EMILIA. Particolarmente difficile la situazione anche a Reggio Emilia, dove sono finiti sott'acqua molti passi. A cominciare da quello della stazione centrale, passando per via Makallè, via Guittone d'Arezzo e Sesso, una delle zone più colpite. Allagata anche la zona davanti alla stazione Mediopadana. 

POVIGLIO. Nottata decisamente impegnativa anche a Poviglio, dove molte zone sono finite sott'acqua.

Ma, come denuncia la Cia lanciando l'allarme per i danni all'agricoltura, gran parte della provincia si è trovata a fare i conti con il nubifragio. A Castelnovo Sotto, "a causa della grande quantità d'acqua caduta in poche ore, che ha causato un blackout nel paese", fanno sapere dall'amministrazione. "Stanno proseguendo i lavori per il ripristino della corrente elettrica, dove ancora non è stata riallacciata".

Articolo in aggiornamento