Ciclabile per l’area Motta: lavori in via di ultimazione

Il comitato plaude la realizzazione del primo stralcio e chiede che il progetto venga completato con il tratto che porterà fino a San Giovanni della Fossa

NOVELLARA. Da un anno sono partiti i tanto attesi cantieri per la costruzione di varie piste ciclabili. L’ultimo, in fase di ultimazione, collega il centro alla grande zona industriale Motta, a Sud del paese. Il tracciato corre parallelo alla ferrovia per Reggio, dalla casa protetta a via Cartoccio. Sul proprio profilo Facebook, seguito da oltre 500 iscritti, il Comitato “Novellaraciclabile” evidenzia che « si tratta solo del primo stralcio» e che il progetto complessivo «prevede anche il tratto che arriva a San Giovanni della Fossa».

IL COMITATO NOVELLARACICLABILE


«Nel 2013 il comitato Novellaraciclabile ha presentato il proprio manifesto che sollecitava l’amministrazione comunale a un cambio di passo sul fronte della mobilità sostenibile – afferma lo stesso comitato – chiedendo la realizzazione di una pista ciclabile per collegare al capoluogo alla zona industriale Motta e alle frazioni di Santa Maria e San Giovanni, sfruttando percorsi sicuri al di fuori delle esistenti viabilità motorizzate. Una pista ciclabile che avrebbe portato ovvi benefici ai residenti delle frazioni e ai lavoratori della zona industriale. Senza dimenticare che avrebbe incentivato le percorrenze cicloturistiche sulla direttrice Reggio Emilia -fiume Po».

2013–2019: L’ATTESA

«L’idea è diventata parte del programma del primo mandato del sindaco Elena Carletti (2013 -2019). Tuttavia, nonostante ci fossero motivate aspettative da parte di molti cittadini, si sono concretizzati la sola stesura e approvazione del progetto, ma nulla in termini di effettiva realizzazione del manufatto. Questa mancanza di risultati tangibili – prosegue la nota del comitato – durante tutti i cinque anni di mandato, ha contribuito a creare un comprensibile senso di delusione e frustrazione tra i promotori dell’iniziativa e molti cittadini, e di conseguenza non sono mancati momenti di vivo e serrato confronto con l’amministrazione».

2019: L’INVERSIONE DI ROTTA

«Una davvero positiva inversione di tendenza avviene nel 2019, dopo l’insediamento della seconda legislatura Carletti. Diverse ciclopedonali – spiega il comitato – sono state messe in cantiere e realizzate in tempi inaspettatamente rapidi. Il tratto di ciclopedonale che collega Novellara a Campagnola, costeggiando la provinciale, consente ai cittadini di spostarsi in tutta sicurezza tra i due Comuni limitrofi. La ciclopedonale realizzata su via Leningrado e via Valle, nel quartiere Nord-Ovest, del centro storico, permette a tante famiglie di raggiungere comodamente le campagne delle Valli, evitando la strada. Il tratto a lato della provinciale che unisce la rotatoria della Fossetta con via d’Azeglio è estremamente utile per ciclisti e pedoni, prima sprovvisti di percorrenze sicure su una strada molto trafficata in un tratto urbano».

LA CICLABILE DEL CARTOCCIO

«E da ultima – conclude il comitato – la ciclabile del Cartoccio, che consentirà ai residenti di Novellara di spostarsi in modo sicuro per raggiungere la zona industriale, motivo questo di grande soddisfazione da parte di Novellaraciclabile e di tutti quei cittadini che hanno a cuore la mobilità dolce e l’ambiente in generale. Ma non si deve comunque dimenticare che si tratta, pur sempre, di un primo stralcio di un opera che prevede come traguardo finale il collegamento ciclabile tra Novellara e San Giovanni», concludono gli attivisti di Novellaraciclabile, che attendono la conclusione del tracciato. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA