«Brescello prende le distanze dalla mafia»

REGGIO EMILIA

Brescello è parte civile nel procedimento e il sindaco Elena Benassi non ha fatto mancare la sua presenza nei momenti-chiave, affiancando l’avvocato Salvatore Tesoriero che rappresenta il Comune della Bassa. Dopo le richieste di pena del pubblico ministero (quattro ergastoli per altrettanti imputati) Tesoriero ha fatto una puntualizzazione in sede di arringa: «Da evidenziare che le richieste del Comune hanno una logica obbligata nel senso che nel processo penale si possono avanzare solo pretese di tipo economico. Ma è chiaro che nella costituzione di parte civile di un ente locale c’è un grande messaggio simbolico di presa di distanza netta e inequivocabile rispetto a fatti che hanno in profondità funestato l’identità di questo paese e la sua idea storica, culturale e di immagine». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA