Giovane ciclista cade rovinosamente ricoverato in gravi condizioni

Canossa, l’incidente è avvenuto verso le 18,30  lungo la provinciale 54. Stava pedalando con un amico sembra che i due si siano scontrati

CANOSSA. È il terzo incidente grave a un ciclista in ventiquattro ore. Questa volta a finire al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, con il viso devastato a causa della caduta, è toccato a un ragazzo. L’incidente è avvenuto verso le 18,30 di domenica 24 maggio lungo la provinciale 54 a Rossena, non distante dal castello e lungo una strada piuttosto trafficata per i numerosi ristoranti che hanno riaperto i battenti da pochi giorni.

Secondo quanto ricostruito dai pochi testimoni dell’incidente, il giovane ciclista stava pedalando a una velocità abbastanza sostenuta, assieme a un amico. Cosa sia accaduto, nel dettaglio, ancora è da chiarire, ma sembra che uno dei due ciclisti abbia fatto una sbandata finendo addosso all’altro ciclista. I manubri delle bici si sarebbero scontrati facendo volare uno dei due ragazzi. Il più grave è rovinato a terra sbattendo il volto e la testa. Fortunatamente indossava il caso di protezione. Solo qualche escoriazione, invece, per l’altro ragazzo.


Sul posto sono arrivate l’ambulanza e l’automedica inviate dal 118. Il ragazzo è stato stabilizzato e trasportato d’urgenza a Reggio Emilia. Dalle indagini mediche successive sarebbe stato riscontrato un forte trauma cranico. Sembra che invece il ciclista meno grave sia stato medicato sul posto. Complessivamente, in ventiquattro ore, sono tre gli incidenti gravi a ciclisti. Uno addirittura mortale. Ieri a Baiso, lungo una strada di montagna è morto per malore Vanni Lasagni, 70 anni, di Correggio. Poche dopo un ciclista, questa volta a Viano, è caduto si è fratturato una gamba. Oggi è toccato a un ragazzo.