Stipula un'assicurazione online per la sua auto, ma è una truffa

Bagnolo, il 42enne è caduto nell'imbroglio di una 59enne che si era finta agente di una compagnia di assicurazioni. La donna è stata scoperta dai carabinieri e denunciata

BAGNOLO. Doveva rinnovare l'assicurazione dell'auto della sua compagna, e così un 42enne di Bagnolo ha deciso di ricercare su internet una polizza conveniente. La navigazione l’ha portato su un sito che offriva condizioni vantaggiose. Ha quindi contattato su whatsapp l'agente e ha stipulato una polizza effettuando il pagamento sulla postepay dell'assicuratore.

Tuttavia il mancato inoltro del contratto ha insospettito il 42enne che, dopo aver invano cercato di contattare il sub-agente, ha chiamato la compagnia di assicurazione. E' stato in quel momento che ha appreso che la sua auto non risultava assicurata.

Avendo capito di essere rimasto vittima di una truffa, si è quindi rivolto ai carabinieri di Bagnolo formalizzando la denuncia. I militari hanno individuato la truffatrice, una 59enne di Boscoreale, in provincia di Napoli, risultata intestataria dell’utenza telefonica con cui le parti avevano intavolato la trattativa nonché della postepay su cui la vittima aveva versato il premio pari a oltre 400 euro.

La donna è stata pertanto denunciata dai carabinieri di Bagnolo all'autorità giudiziaria reggiana con l’accusa di truffa.

Un fenomeno quello delle vendite di polizze assicurative “fantasma” online in continua crescita, per questo i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Emilia invitano i cittadini a prestare attenzione alle offerte online ritenute vantaggiose. Difendersi da tali tipologie di truffe è possibile grazie all’Ivass (istituto di vigilanza sulle assicurazioni) sul cui sito internet ciascun cittadino può verificare se la compagnia assicurativa, e l’intermediario che si contatta, esistano davvero.