La fabbrica come un campo: Argo Tractors sanifica con trattore e carro

REGGIO EMILIA  Argo Tractors si prepara per la ripartenza delle attività, non appena sarà superata la fase acuta dell’emergenza coronavirus. La multinazionale di Fabbrico ha portato a termine in questi giorni il processo di sanificazione delle linee produttive e degli uffici in tutti gli stabilimenti del gruppo. Il gruppo industriale - che progetta, produce e distribuisce trattori a marchio Landini, McCormick e Valpadana - ha usato anche ciò che aveva in casa per sanificare l’azienda. Oltre agli irrogatori a mano, ha utilizzato un trattore che ha passato in rassegna i reparti spruzzando il liquido per la sanificazione proprio come si fa nei campi, ad esempio tra i filari delle viti.

«In questi giorni abbiamo adottato le misure previste dal protocollo per il contrasto e la riduzione della diffusione del virus negli ambienti di lavoro e abbiamo sanificato gli spazi delle nostre aziende – ha specificato Antonio Salvaterra, direttore marketing di Argo Tractors –. Ci stiamo preparando alla ripresa per garantire a tutti i dipendenti e fornitori la tranquillità di poter lavorare in un ambiente sicuro. È stato un impegno importante da parte dell’azienda, ma che mette la salute al primo posto. Argo Tractors è scesa in campo per fare la propria parte in questa situazione di emergenza sanitaria mondiale».


In considerazione del ruolo strategico dell’agricoltura, Argo Tractors ha sempre garantito la continuità della fornitura delle parti di ricambio per i trattori e l’assistenza via e-mail e telefono del supporto tecnico e commerciale ai propri clienti e partner. Parliamo di un gruppo da 500 milioni di euro di fatturato, 1.800 dipendenti, 6 stabilimenti, 22.000 trattori l’anno di capacità produttiva, 8 filiali commerciali nel mondo, 130 importatori esteri e 2500 concessionarie. «Ancora non abbiamo indicazioni su quando si potrà tornare a pieno regime – continua Salvaterra – probabilmente sarà un percorso a tappe e comunque quando tutte le condizioni lo permetteranno. In attesa del decreto governativo, Argo Tractors si sta preoccupando di adottare tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza e tutelare la salute». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.