Tre ragazzi del servizio civile restano sul campo con Ema

Giorgia, Nicoletta e Raul avrebbero potuto fermarsi vista l’emergenza ma hanno deciso di rimanere in servizio perché ora che c’è più bisogno di loro