Reggio Emilia, un’area dedicata allo sport sorgerà in piazzetta Secchi

Lo spazio di via Turri sarà riqualificato con zone dedicate a basket e ping pong Il progetto, finanziato da Comune e Regione, ha un importo di 111mila euro

reggio emilia. Domenica Secchi era un’operaia delle Officine Reggiane, allora incinta, che venne uccisa da un reparto dell’esercito regio insieme ad altri otto lavoratori che stavano uscendo dalla fabbrica, il 28 luglio 1943, per manifestare la volontà di cessare la guerra.

E ora, finalmente, la piazzetta a lei intitolata fra via Turri, via Sani e via Vecchi sarà riqualificata con la realizzazione di una zona sportiva comprendente un campetto da basket e uno spazio per il gioco del ping-pong, in continuità con il vicino Parco delle Paulonie.


La sua superficie sarà pavimentata con terra stabilizzata in modo da poterla utilizzare per lo svolgimento di varie attività aggregative, con una spesa complessiva di 111mila euro. Per farvi spazio sarà spostata l’attuale recinzione dell’area riservata allo sgambamento dei cani.

Il progetto esecutivo di tale intervento, comprensivo di relazione tecnica, piano di sicurezza, capitolati d’appalto e planimetrie, è stato approvato lo scorso 10 marzo con una determinazione dirigenziale firmata dall’ingegnere David Zilioli, dirigente comunale.

L’opera fa parte del progetto “Costellazione Turri” finalizzato a migliorare la qualità sociale, urbanistica e abitativa di quel quartiere fortemente degradato. Il Comune a tale scopo ha già varato un piano pluriennale da 17 milioni che consentirà di acquistare due palazzi nell’attigua via Paradisi, ai numeri 6, 8 e 10, in modo da ristrutturare e destinare all’edilizia sociale 58 appartamenti.

La piazzetta Secchi, dove è stato aperto alcuni anni fa anche il Caffè Reggio, è di fatto già un luogo d’aggregazione per la popolazione multietnica degli attigui condomini di zona stazione. E ora la sua riqualificazione ha l’obiettivo di farne uno «spazio civico di servizio – si legge nella determina del Comune – all’intero quartiere con infrastrutture d’interesse per coinvolgere i giovani».

È un «progetto di coesione e innovazione sociale» destinato a rigenerare lo spazio pubblico incrementandone l’attrattività intergenerazionale e culturale con progettualità sociali diffuse.

Il Comune punta anche, in tal modo, a migliorare le condizioni di sicurezza allontanando le attività illecite che si svolgono nei paraggi, dalla prostituzione al diffusissimo spaccio di droga. All’intervento partecipa la Regione, che il 16 luglio 2019 ha approvato l’accordo di programma con il comune di Reggio stanziando per la “Costellazione Turri” 133.500 euro, di cui 77.500 per spese d’investimento e 56mila per spese correnti. In totale sono stanziati 190.904 euro, di cui 80mila per le spese correnti e 110.904 per la riqualificazione della piazzetta.

Quest’ultima somma è suddivisa fra i 78.322 euro dei lavori in appalto e i 32.582 per Iva, sicurezza, arredo urbano, verde, irrigazione, allacciamento alla rete idrica e incentivi ai dipendenti. —

Luciano Salsi. © RIPRODUZIONE RISERVATA.