Reggio Emilia, il giudice li mette ai domiciliari e mentre tornano a casa commettono furti sulle auto in sosta

Nei guai un 25enne e un 24enne: appena scarcerati, sono stati subito riarrestati dalla polizia

REGGIO EMILIA. Appena scarcerati per un precedente colpo risalente a due giorni prima, dovevano recarsi a Modena per scontare gli arresti domiciliari. Ma, anziché tornare subito nella propria abitazione, nel tragitto tra l’istituto penitenziario di via Settembrini e la stazione ferroviaria storica di piazzale Marconi i due malviventi hanno pensato bene di fare una “sosta” per rubare sulle auto parcheggiate.

Grazie alle segnalazioni dei cittadini, Hamza Nhari, 25enne tunisino, e Meher Ouhaibi, 24enne di cittadinanza italiana, sono stati arrestati di nuovo alla velocità della luce per furto aggravato in concorso e per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Lunedì scorso, alle 15, i poliziotti della squadra Volante si sono recati in via Martiri di Cervarolo, a Buco del Signore, perché diverse segnalazioni arrivate al 113 da parte dei residenti hanno riferito di due giovani intenti a forzare in serie le auto in sosta: quattro le vetture forzate e derubate di pochi oggetti, prima che i topi d’auto, descritti in modo preciso, riuscissero a scappare.

Dopo pochi minuti di ricerca in via Bertolani, laterale di via Cugini, gli agenti hanno fermato due giovani che corrispondevano alla descrizione: sottoposti a perquisizione, avevano addosso la misera refurtiva e una lama per scassinare le portiere. I fermati sono stati identificati in Nari e Ouhaibi, degli habitué dei furti, con numerosi precedenti alle spalle per reati contro il patrimonio.

Soprattutto dalla banca dati è emerso che i due erano stati arrestati sabato scorso per un furto in una farmacia a Modena e portati nel carcere di Reggio Emilia, dal quale sono usciti esattamente nel primo pomeriggio di lunedì in quanto il giudice ha applicato nei loro confronti i domiciliari da scontare nella loro residenza modenese: e li ha autorizzati a recarvisi in autonomia. Peccato che, mentre si avviavano verso casa, abbiano optato per un fuori programma illegale.