Mesi di scenate di gelosia, minacce e pedinamenti, nei guai un 40enne

Per l'uomo  scattano i provvedimenti del giudice: divieto di avvicinamento e di comunicare con la ex

COMPRENSORIO CERAMICO. Tre mesi da incubo, vissuti da una 37enne, residente nel comprensorio ceramico, bersaglio di continui messaggi e richieste di incontro, pedinamenti, scenate di gelosia anche in pubblico, sino al danneggiamento dell’auto sulla quale il suo persecutore è salito pretendendo di sapere chi frequentasse e lasciandosi andare a scatti d’ira che lo hanno portato a rompere l’autoradio.
 
Tutti atti persecutori per il quale un 40enne reggiano, ex della donna, è ora sottoposto alla misura di custodia cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti della 37enne: non potrà avvicinarsi a meno di 1000 metri da tutti i luoghi frequentati dalla stessa con il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la donna.
 
Un provvedimento scattato in seguito alla denuncia dei carabinieri della tenenza di Scandiano ai quali la donna si è, alla fine, rivolta. La 37enne è arrivata a uno stato di terrore con perdurante e grave stato di ansia e il fondato timore per la propria incolumità, tali di renderle impossibile uscire da casa e svolgere le normalità attività quotidiane. 
 
Pesanti come un macigno le accuse contestate all’uomo, che non ha accettato la fine della relazione sentimentale e si è reso resposabile per questo di reiterate condotte persecutorie nei confronti della donna. Segnatamente atti persecutori consistenti in continue e insistenti messaggi, pedinamenti (anche il giorno di San Valentino), appostamenti, scenate di gelosia, insistenti richieste per sapere chi stesse frequentando, chiamando la madre per avere contezza su quella che lui riteneva essere una festa organizzata dall’ex in casa risultata invece una riunione di lavoro. 
 
La Procura, condividendo con le risultanze investigative dei carabinieri, ha richiesto e ottenuto dal gip del Tribunale di Reggio Emilia, l'applicazione nei confronti dell'uomo, della misura cautelare dei provvedimenti che impongono all’uomo di non avvicinarsi e comunicare con la ex.