In arrivo la tariffa puntuale per la raccolta dei rifiuti

Con il “porta a porta” si differenzia il 70%, ora si punta a percentuali maggiori con un sistema di misurazione del residuo indifferenziato delle singole utenze

ALBINEA. È in arrivo la tariffazione puntuale dei rifiuti. A seguito all’approvazione del Piano provinciale di smaltimento dei rifiuti, il Comune di Albinea ha avviato un percorso che ha portato tutta la popolazione ad essere servita integralmente dal servizio di raccolta “porta a porta”, che ad oggi ha già interessato circa 9.000 abitanti e che ha già permesso di raggiungere e superare il 70% di raccolta differenziata. Ora si punta a percentuali ancora maggiori, che consentiranno di riciclare il più possibile e di ridurre ancor più i rifiuti da avviare a smaltimento.

Il Comune di recente ha deliberato alcune «novità significative – spiega Iren Spa in una nota – relativamente alla disciplina del tributo, introducendo la tariffazione puntuale, un nuovo sistema di misurazione del rifiuto residuo indifferenziato prodotto dalle singole utenze e di calcolo della tariffa a carico di queste: per la prima volta ad Albinea una parte (la cosiddetta quota variabile) verrà calcolata sulla base della misurazione puntuale dei rifiuti indifferenziati prodotti da ciascuna utenza (domestica e non domestica)». Il Comune, in collaborazione con Iren, ha predisposto un pieghevole che è in arrivo ai cittadini. «È stato stabilito un numero minimo di esposizioni del contenitore griglio – afferma Iren – che, se rispettato, consente il massimo risparmio sulla Tari; le esposizioni eccedenti verranno addebitate sulla Tari dell’anno successivo. È consigliabile pertanto esporre il contenitore quando è pieno e attenersi alle indicazioni - riportate anche sul materiale informativo - per il maggior risparmio. Oltre al Punto Ambiente, per informazioni, richieste e segnalazioni sarà possibile rivolgersi ad Iren telefonando gratis, anche da cellulare, al numero verde 800 212607, dal lunedì al venerdì ore 8-17 e il sabato 8-13, o inviare una mail a ambiente.emilia@gruppoiren.it».


RUBIERA, LE FATTURE

Da utenti Iren del Comune di Rubiera sono stati segnalati mancati o ritardati recapiti della fattura Tari (rifiuti) relativa alla 2ª rata 2019, con scadenza 31 gennaio 2020. «Scusandoci per i disagi, indipendenti dalla nostra volontà – dice Iren – confermiamo che non verranno addebitate sanzioni e/o interessi di mora a chi ha provveduto al pagamento in data successiva alla scadenza indicata in fattura. A chi, invece, non ha ancora ricevuto la fattura, Iren invierà un duplicato del documento, che presumibilmente verrà recapitato nei primi giorni di marzo. Il pagamento dovrà essere effettuato entro il 31 marzo 2020».—

© RIPRODUZIONE RISERVATA