Torna libero il brasiliano che derubò chi lo ospitava