Vezzano, bus investe e uccide un daino: paura per i passeggeri

L’incidente lungo la statale 63. L’animale è balzato all’improvviso sulla strada buia. Code e autobus in ritardo di 40 minuti

VEZZANO. Ennesimo investimento di un daino, che è comparso improvvisamente di fronte ad un autobus che viaggiava lungo la statale 63.È accaduto domenica sera intorno alle 19 in località Pinetina di Vezzano. È stato un mezzo Seta, in servizio sulla linea extraurbana 44 che da Reggio Emilia porta a Casina, Castelnovo Monti, Busana e Cerreto Laghi, a scontrarsi con il daino, balzato all’improvviso sulla carreggiata.

A quell’ora era buio, quindi il conducente del bus non ha potuto evitare l’impatto. L’animale è sbucato da dietro un muretto che fiancheggia un tratto della statale 63 completamente senza luci.

Il daino è morto, ma non si è registrata alcuna conseguenza per i passeggeri a bordo – circa 10 persone – e nemmeno per il pullman. L’autista ha ovviamente fermato subito la corsa e ha allertato la sala operativa di Seta, che a sua volta ha provveduto ad avvisare i carabinieri di Castelnovo Monti e Casina, intervenuti prontamente sul posto assieme a un addetto della Provincia di Reggio Emilia.

La corsa era partita alle 18.25 da Reggio Emilia e avrebbe dovuto arrivare a Castelnovo Monti alle 19.43. Proprio a causa dell’incidente, l’autobus è invece arrivato con 40 minuti di ritardo.

Dato l’orario, non sono stati pochi i disagi e le code lungo la statale 63, che hanno raggiunto un chilometro di lunghezza. Sul posto è arrivato anche Ivano Chiapponi del Centro recupero animali selvatici di San Polo, che ha raccolto l’animale, una giovane femmina poi trasportata al centro specializzato in questi interventi.

Le operazioni di recupero sono durate più di un ora e in condizioni precarie, dovute alle difficoltà del posto e al buio. Molto il lavoro svolto dal personale del centro di recupero e dai carabinieri, rimasti sulla statale fino oltre le 20, quando tutto è stato risolto. È toccato ai militari regolare il traffico sulla statale 63, molto intenso.