Carabinieri sciatori sulle piste di Cerreto

Ventasso, da sabato sono in servizio uomini dell’Arma specializzati. Il decalogo del buon comportamento su sci e snowboard

VENTASSO. Con l’apertura della stagione sciistica i carabinieri della stazione di Collagna sono tornati sulle piste da sci per garantire un’importante opera di soccorso e vigilanza sul versante dell’Appennino reggiano. Con loro gli operatori della Croce Rossa italiana che da diversi anni svolgono analogo servizio. Per l’Arma è anche l’occasione per ricordare le regole Fis (Federazione italiana sci) per mantere sulle piste un comportamento ideale.

I militari, da sabato, sono impegnati a garantire giornalmente la sicurezza di tutti gli appassionati di sport invernali, vigilando sul rispetto delle regole di sicurezza, intervenendo su incidenti e infortuni per ricostruirne la dinamica e accertare responsabilità civili e penali, nonché prestando opera di soccorso e salvataggio: si tratta di militari qualificati, con competenze e capacità specifiche.Nella stagione sciistica dell’anno scorso i carabinieri sciatori hanno effettuato 75 interventi di soccorso. Carabinieri e Cri saranno operative sulle piste anche nelle prossime settimane.

  • LE REGOLE. 1. Rispetto per gli altri: ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo gli altri o provocare danno.
  •  
  • 2. Padronanza della velocità e del comportamento: si deve tenere una velocità e un comportamento adeguato alle proprie capacità nonché al meteo.
  •  
  • 3. Scelta della direzione: lo sciatore a monte che, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con chi è a valle.
  •  
  • 4. Sorpasso: può essere effettuato a monte e a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le evoluzioni di chi è sorpassato.
  •  
  • 5. Attraversamento incrocio: lo sciatore, che si immette su una pista o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sé e per gli altri.
  •  
  • 6. Sosta: lo sciatore deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessità, sulle piste e specialmente nei passaggi obbligati o senza visibilità. In caso di caduta deve liberare la pista al più presto possibile.
  •  
  • 7. Salita: chi risale la pista deve procedere soltanto ai bordi di essa ed è tenuto a discostarsene in caso di cattiva visibilità. Lo stesso comportamento deve tenere chi discende a piedi la pista;
  •  
  • 8. Rispetto della segnaletica: tutti devono rispettare la segnaletica delle piste.
  •  
  • 9. In caso di incidente: chiunque deve prestarsi per il soccorso.
  •  
  • 10. Identificazione: chiunque sia coinvolto o sia testimone di un incidente è tenuto a dare le generalità.


Per i più piccoli l’uso del casco è obbligatorio. La legge prevede l’obbligo di indossare il casco per tutti i ragazzi sino a 14 anni. Il mancato utilizzo del caschetto farà scattare una multa da 30 a 150 euro (in base alle norme sulle depenalizzazione – legge 689/1981 si prevede una sanzione di 50 euro). Molte altre sono le infrazione che i carabinieri sciatori possono rilevare e che, quando non comportano responsabilità civili o penali, possono comportare il ritiro dello skipass per violazione del regolamento d’uso di piste e impianti.