Scrive al padre e poi si dà fuoco: muore 25enne

L'ospedale Maggiore di Parma

Castellarano, la tragedia alle 23.30 di giovedì 9 gennaio in una zona isolata di Montebabbio. È stato il padre a trovarlo e portarlo in ospedale

CASTELLARANO. E' morto nelle prime ore del mattino di sabato 11 gennaio, il  giovane di 25 che si è dato fuoco in auto ed è statao trrovato dal padre. Era ricoverato in condizioni disperate nel reparto di rianimazione dell’ospedale Maggiore di Parma, in carico al reparto grandi ustionati e nonostante i tentativi dei sanitari, le lesioni erano troppo e troppo gravi.

La tragedia è avvenuta verso le 23.30 di giovedì 9 gennaio in una zona isolata di Montebabbio, frazione collinare del capoluogo.Il giovane – secondo la ricostruzione compiuta dal carabinieri di Castellarano – ha raggiunto in auto la frazione con l’intento evidente di farla finita. Quali siano state le ragioni che hanno spinto il 25enne al gesto estremo non è dato sapere. Di certo si sa che, prima di quel tragico rogo, il giovane ha mandato a suo padre un messaggino utilizzando il telefono cellulare. Ed è stato proprio grazie a quella comunicazione, nella quale sembra che il ragazzo informasse il genitore della decisione di farla finita, che il padre è riuscito a geolocalizzare suo figlio e a raggiungerlo. Una corsa disperata contro il tempo, quella del genitore del 25enne, che è effettivamente riuscito a trovare l’auto e il suo ragazzo.

È stato l’uomo – che si è immediatamente reso conto della gravità delle lesioni riportate dal figlio – a trasportare il 25enne al pronto soccorso dell’ospedale più vicino, quello di Sassuolo. I medici lo hanno intubato e trasferito immediatamente all’ospedale modenese di Baggiovara, ma le condizioni del giovane sono state ritenute troppo gravi e, durante la notte, è stato trasportato al Maggiore di Parma, al reparto grandi ustionati.