Ubriaco accoltella la moglie, per lei 100 punti di sutura

Ventasso, Natale di sangue in un'abitazine di Ramiseto, Alla donna, 32 anni, cento punti di sutura e 30 giorni di prognosi. L'uomo, 37 anni, è stato scarcerato dal gip e colpito da un provvedimento cautelare di allontanamento 

VENTASSO. Voleva che il marito, alla terza bottiglia scolata, smettesse di bere e gli ha ordinato di fnirla lì. Un consiglio caduto nel vuoto e che ha provocato la reazione violenta dell'uomo: ne è nata una breve lite, l'uomo è uscito e rientrato nella cucina di casa dove la moglie si trovava e preso da un raptus di violenza ha colpito alla gamba la donna, di 32 anni con un coltello. Le ha inferto una ferita profonda che è stata tampinata dalla suocera  prima di essere condotta in ospedale.

Per questi fatti accaduti nella tarda serata di Natale, i carabinieri della stazione di Ramiseto e del nucleo radiomobile di Castelnovo Monti, con l’accusa di lesioni personali aggravate, hanno arrestato l'uomo, 37 anni, domiciliato nel comune di Ventasso. Poco prima delle 20.30 del 25 dicembre, l’operatore del 112 della compagnia di Castelnovo Monti è stato meso a conoscenza che una donna, giunta la pronto soccorso, aveva riportato una profonda ferita sulla gamba destra, suturata con cento punti, conseguente a una coltellata sferratale dal marito. La donna  era stata ricoverata con una prognosi di 30 giorni.

I carabinieri si sono recati presso l‘abitazione della donna a Ramiseto in cerca del marito che però si era allontanato. Immediate le ricerche avviate dai carabinieri di Ramiseto coadiuvati dai colleghi del nucleo radiomobile di Castelnovo Monti. L'uomo è stato bloccato mentre stava facendo ritorno a casa a piedi e condotto in caserma. Dalla ricostruzione dei fatti i carabinieri accertavano che poco prima l’uomo, completamente ubriaco, dopo una lite con la moglie nata proprio a causa dell’eccessivo bere, si era armato di un coltello da cucina lungo 34 cm di cui 20 di lama, e aveva sferrato un fendete alla gamba destra della donna. Dopo l'aggressione si era dilegauto.

La mattina di giovedì 26 dicembre, il 37enne è comparso davanti al gip del tribunale di Reggio Emilia che ha convalidato l’arresto, ha scarcerato il 37enne e ha emesso un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento alla moglie a carico dell'uomo.