Evasione fiscale, il parlamentare M5s Davide Zanichelli: «A chi ruba va levata la refurtiva con la confisca»

Il commento del parlamentare reggiano del Movimento 5 stelle, Davide Zanichelli, alle parole del presidente di Unindustria Reggio Emilia sull’evasione fiscale

REGGIO EMILIA. Dispiace leggere le dichiarazioni dei vertici degli industriali reggiani, come quelle rilasciate durante l’assemblea di lunedì sera, ma chi evade ruba alla collettività.

E a chi ruba va giustamente levata la refurtiva con la confisca. Con il decreto Fiscale differenziamo e andiamo a punire i grandi evasori che, deliberatamente, fanno false fatturazioni per oltre 100.000 euro.



Non ci sarà il carcere per errori materiali, figuriamoci. Ma per cifre sopra i 100.000 euro per singola imposta evasa. Come Movimento 5 Stelle, vogliamo finalmente far pagare chi fa il furbo a spese dei cittadini onesti, che lavorano e pagano le tasse.



Allora gli industriali dovrebbero schierarsi dalla parte dei molti imprenditori onesti che pagano le tasse anche per chi non le paga. L’Agenzia delle Entrate ha rappresentato che oltre il 67% dei crediti residui fa capo a debiti superiori a 500.000 euro.



Non possiamo continuare a stare a guardare chi fa il furbo e la fa franca fuori di galera. D’altronde, in Italia, solo lo 0,6% della popolazione carceraria è composto da cosiddetti “colletti bianchi”, un decimo rispetto al resto d'Europa.

E così, una volta ridotta l’evasione, singoli cittadini e imprenditori potranno veder ridotte le loro tasse, ma prima vanno presi i furbetti.