I consulenti della difesa contestano Dna e verbali

REGGIO EMILIA. I difensori hanno chiamato a deporre due loro consulenti – specializzati in genetica forense (Martina Baldi) e tecniche scientifiche di investigazione (Salvatore Musio), per verificare in che modo le indagini fossero state fatte 27 anni fa. E i due consulenti hanno avuto parecchio da ridire sulle identificazioni del Dna, sulle verbalizzazioni sulla scena dei delitti, specie in quello di Brescello dove manca sia uno dei tre berretti da carabiniere fotografati, sia un’immagine generale della porta (bucata da due colpi di pistola) che faccia capire l’altezza di chi aveva sparato. Convocata Natascia Longo, presunta ex amante di Nicolino Grande Aracri. Un caso di omonimia: l’imputato conferma che quella avvocatessa non era la sua vecchia fiamma. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA