Funghi, i carabinieri forestali multano 21 cercatori e sequestra 37 chili di porcini

Sanzioni amministrative elevate per un importo complessivo di circa 700 euro. Sono i numeri dei controlli eseguiti sul nostro Appennino che proseguiranno nei prossimi giorni 

VENTASSO. Ventuno fungaioli sanzionati, multe per circa 700 euro e una quarantina di chili di funghi porcini sequestrati. Sono i numeri delle ultime operazioni dei carabinieri forestali nell’Appennino reggiano. Si tratta dei primi risultati di una mirata e serrata attività di controlli che proseguirà anche nei prossimi giorni al fine di assicurare il rispetto nella raccolta dei funghi.
 
Dalla fine di settembre stanno rispuntando i funghi in diverse zone della provincia in particolare nei boschi e nei prati dell’Appennino reggiano presi d’assalto dagli appassionati di queste delizie, in particolare del Boletus Edulis il cosiddetto porcino. 
 
Nonostante l’attenzione e prudenza richiesta anche nel rispettare i giorni di divieto e i limiti di quantità oltreché il possesso del tesserino, molti appassionati, ben 21 negli ultimi giorni, sono stati sanzionati dai carabinieri delle stazioni forestali di Busana e Castelnovo Monti che, a conclusione di una mirata attività di controllo sulla raccolta dei funghi epigei, effettuata nel comune di Ventasso, hanno elevato 21 verbali di sanzioni amministrative di importo complessivo pari a 690 euro, eseguendo complessivamente 17 sequestri amministrativi di funghi appartenenti prevalentemente al genere dei porcini per un totale di 37 chili. 
 
Complessivamente i carabinieri forestali hanno proceduto al controllo di 200 persone negli ultimi giorni, di cui 21 sanzionati per aver superato il limite di raccolta o per essere andati a funghi epigei sprovvisti di tesserino di autorizzazione. 
 
I militari dell’Arma ricordano che le modalità di raccolta dei funghi sono stabilite da apposite normative e dalle deliberazioni degli enti competenti (Provincia, Parco nazionale, comuni del crinale e Comunità montana) ed è obbligatorio per tutti (a parte i residenti ed i proprietari di almeno 10.000 mq di terreno) avere ed esibire i permessi di raccolta.