Reggio Emilia, sequestrati 3 chili e mezzo di cocaina

Arrestato un albanese di 28 anni incensurato. La droga valeva sul mercato 250mila euro. Scoperto un vano segreto nell'auto

REGGIO EMILIA  Un sequestro di tre chili e mezzo di cocaina è stato fatto durante un blitz antidroga della polizia in un'abitazione di Piacenza. Si tratta di un'operazione svolta in collaborazione tra le questure di Piacenza e
Reggio Emilia: gli agenti delle squadre mobili delle due città emiliane hanno arrestato un uomo di 28 anni, incensurato.

Reggio Emilia: ecco il vano segreto nell'auto per trasportare la droga

È un albanese che da circa un mese abitava a Piacenza. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato la droga nascosta nel doppiofondo di un armadio. La cocaina, purissima ancora da tagliare, per un valore che supera i 250mila euro, secondo la polizia era destinata non soltanto a soddisfare le richieste del mercato emiliano, ma anche di quello della Bassa lombarda, tra Lodi, Cremona e Mantova.

Guglielmo Battisti, capo della Squadra mobile di Reggio Emilia

Il 28enne aveva anche la disponibilità di 30mila euro in contanti che la polizia ritiene il ricavato della sua attività di di spaccio. «Non vendeva al dettaglio, ma riforniva gli spacciatori», afferma il capo di Gabinetto della questura di Piacenza Filippo Sordi Arcelli. L'arrestato è ora rinchiuso in una cella del carcere piacentino delle Novate in attesa di essere interrogato dal gip per la convalida dell'arresto.