ArcelorMittal, è ancora sciopero dei lavoratori. Non si trova l’accordo

lavoratori fuori dalla ArcelorMittal di Canossa

Canossa, martedì 6 agosto l'incontro richiesto dalla direzione aziendale con la Rsu e la Fiom per riaprire la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo

CANOSSA. Lavoratori della ArcelorMittal ancora sul pede di guerra. Si è svolto martedì 6 agosto l’incontro richiesto dalla direzione aziendale con la Rsu e la Fiom per riaprire la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo di secondo livello, scaduto il 31 dicembre 2018, e che la settimana scorsa aveva portato i lavoratori allo sciopero.

«Durante l’incontro si sono riscontrate divergenze sugli aspetti economici, già condivisi e sottoscritti in moltissime aziende metalmeccaniche della provincia – scrive la Fiom in una nota – Giovedì 1 agosto, a seguito di una richiesta dell’azienda, è stato sospeso lo sciopero in corso garantendo l’incontro di ieri, con l’impegno di arrivare ad un accordo condivisibile. Rsu, Fiom e tutti i lavoratori, per senso di responsabilità, avevano deciso di riprendere l’attività auspicando una risposta positiva della controparte». «A seguito delle risposte negative, Rsu e Fiom hanno deciso di interrompere le trattative e convocare le lavoratrici e i lavoratori fuori dai cancelli dell’azienda per riprendere la lotta» conclude.