Perquisizioni e 15 avvisi di garanzia Anni di appalti pubblici sotto la lente

Il Comune di Reggio Emilia è al centro di un’indagine della guardia di finanza, coordinata dalla procura di Reggio, per turbativa d’asta. Quindici persone sono indagate. Gli inquirenti contestano, a vario titolo, anche falsità ideologica del pubblico ufficiale, rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio e corruzione. Sei gli ambiti finiti sotto la lente della Procura di Reggio, per presunte irregolarità in bandi e affidamenti. Le Fiamme gialle il 13 giugno scorso hanno passato al setaccio gli uffici comunali, tre studi legali e le abitazioni di quanti sono stati raggiunti da avvisi di garanzia, sequestrando computer, telefoni cellulari, agende e materiale cartaceo. Lo scorso febbraio 18 dirigenti comunali erano stati raggiunti da avvisi di garanzia nell’ambito di un’altra inchiesta, per abuso d’ufficio e falso ideologico.