Nomine e trasferimenti nella diocesi reggiana

Vescovo Massimo Camisasca ha reso noti ieri trasferimenti e le nomine

Reggio Emilia, don Daniele Casini arciprete della Cattedrale trasferito a Pieve Modolena.Rientra dalla missione in Brasile don Riccardo Mioni nominato parroco a Canali

REGGIO EMILIA. Nomine e trasferimenti nella Diocesi di Reggio Emilia: puntualmente, come ogni anno alla fine di giugno, sono stati comunicati ieri alle comunità interessate e pubblicati on line su la Libertà.. Tra i trasferimenti dei parroci, spicca su tutti l’arrivo in Sant’Agostino di don Luca Grassi, fino ad ora sacerdote missionario in Brasile, al posto dello storico parroco don Guido Mortari che resta in Sant’Agostino come collaboratore. Oltre a guidare la parrocchia di Sant’Agostino, don Luca Grassi è chiamato alla guida, nell’unità pastorale “Santi Crisanto e Daria”, delle parrocchie cittadine di Santo Stefano, Santa Teresa e San Zenone oltre ad essere moderatore, nella stessa unità pastorale, anche delle parrocchie cittadine della Cattedrale e di San Prospero.

Rimanendo a Reggio don Daniele Casini, fino ad ora arciprete della Cattedrale e parroco dell’unione pastorale “Santi Crisanto e Daria”, è stato nominato parroco dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” che comprende le parrocchie di San Michele a Pieve Modolena, San Pio X a Cavazzoli e San Biagio a Roncocesi.


Rientra dall’impegno missionario in Brasile, così come don Luca Grassi, anche don Riccardo Mioni nominato parroco dell’unità pastorale “Canali-Fogliano” comprendente le parrocchie di San Marco a Canali e San Colombano a Fogliano. Con il nuovo parroco collaboreranno i sacerdoti della “Casa di preghiera” di Albinea. Mioni prende in questo caso il posto di don Giovanni Rivi nominato parroco dell’erigenda unità pastorale “Baiso-Viano” comprendente le parrocchie di San Lorenzo a Baiso, San Salvatore a Viano, San Giovanni Battista a San Giovanni di Querciola, Santa Maria Assunta al Castello di Querciola, San Pietro a Querciola, San Giovanni Battista a Rondinara, Ss. Quirico e Giulitta a San Romano e Santa Maria Assunta a Visignolo.

Arriva dalla Diocesi romana di Porto-Santa Rufina don Pietro Rabitti nominato parroco dell’erigenda Unità Pastorale “Puianello-Vezzano” comprendente le parrocchie di Santa Maria Assunta a Puianello, San Martino a Vezzano sul Crostolo, Cuore Immacolato di Maria a La Vecchia, Sant’Eufemia a Pecorile, San Michele a Paderna e San Lorenzoa Montalto. Fino ad ora vicario parrocchiale dell’unità pastorale “Padre Misericordioso” in città, don Paolo Tondelli è stato nominato parroco dell’unità Pastorale “San Francesco di Assisi”a Castelnovo di Sotto comprendente le parrocchie di Sant’Andrea a Castelnovo Sotto, San Leonardo a Cogruzzo, San Martino a Meletole e San Savino a San Savino.

Fin qui i trasferimenti dei parroci. Ma sono molte altre le nomine che hanno a che fare con i ruoli di amministratore parrocchiale, vicario parrocchiale, collaboratore pastorale. Se monsignor Alberto Nicelli, appartenente all’unità pastorale “Santi Crisanto e Daria”, è stato nominato amministratore parrocchiale della parrocchia di Santa Maria Assunta nella Cattedrale di Reggio Emilia, don Daniele Bassoli fino ad ora vicario parrocchiale dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” a Reggio Emilia è stato nominato vicario parrocchiale dell’unità pastorale “Sant’Ilario-Calerno” comprendente le parrocchie di Sant’Eulalia a Sant’Ilario d’Enza e Santa Margherita a Calerno.

Don Gionatan Giordani, fino ad ora impegnato nel ministero festivo nell’unità pastorale “Paolo VI, è stato invece nominato vicario parrocchiale di Sant’Agostino in città e dell’unità pastorale “Santi Crisanto e Daria”.Fino ad oggi parroco di Puianello, don Amedeo Cantarelli è stato nominato collaboratore dell’Unità Pastorale “Padre Misericordioso” a Reggio Emilia comprendente le parrocchie di Sant’Ambrogio a Rivalta, Sacro Cuore di Gesù alla Baragalla, del Preziosissimo Sangue e dei Santi Gervasio e Protasio a Coviolo.

L’ormai ex parroco di Baiso, don Angelo Guidetti, è stato nominato collaboratore dell’unità pastorale “Madonna pellegrina” che comprende le parrocchie dei Ss. Gervasio e Protasio a Campagnola, di Santa Maria Assunta a Fabbrico e di San Giacomo a Cognento.Quanto a Monsignor Emilio Landini, fino ad ora direttore della redazione reggiana di radio pace, diventa collaboratore dell’unità pastorale “Sant’Ilario-Calerno” a Sant’Ilario d’Enza comprendente le parrocchie di Sant’Eulalia a Sant’Ilario d’Enza e Santa Margherita a Calerno. Diventa collaboratore in Cattedrale, quale celebrante e confessore, don Gianni Manfredini, fino ad ora Parroco nell’ unione pastorale “Santa Teresa di Calcutta”.