Picchiano e rapinano stranieri alla stazione, denunciati

Nei guai un 23enne e un 30enne che avevano messo a segno una rapina al giorno ai danni prima di un 29enne poi di un 37enne. Sequestrata una pistola scacciacani

ROLO. Uno è stato aggredito picchiato e rapinato del borsello da due malviventi l’altro invece, il giorno prima, era stato rapinato del portafoglio sotto minaccia di una pistola. Due gravi episodi delittuosi, consumatisi nel giro di due giorni, che potevano diventare una pericolosa costante. Ma i carabinieri di Reggiolo, dopo il secondo episodio, sono riusciti a identificare i due malviventi ponendo fine alla scia di terrore che si stava tracciando nei pressi della stazione ferroviaria di Rolo. 
 
I responsabili sono stati identificati in due cittadini pakistani di 30 e 23 anni, residenti a Rolo, che ora sono stati denunciati con l’accusa di concorso in rapina aggravata. Le indagini hanno trovato la svolta a seguito del secondo colpo consumato la sera del 9 giugno scorso ai danni di un pakistano 29enne abitante a Modena.
Quest’ultimo si trovava presso la stazione ferroviaria di Rolo quando è stato avvicinato dai due connazionali che, dopo averlo picchiato (per lui prognosi di 10 giorni per vari traumi), gli hanno preso il borsello contenente documenti personali e alcune decine di euro in contanti. Poi sono fuggiti. 
 
L’immediato allarme dato dalla stessa vittima al 112 ha consentito ai carabinieri di Reggiolo di rintracciare, durante le ricerche, i responsabili della rapina fermati in paese e trovati ancora con la refurtiva poi restituita al derubato. 
 
Nel corso delle indagini i carabinieri hanno poi scoperto che la rapina in questione non era l’unica: il giorno precedente lo stesso 30enne armato di una pistola aveva avvicinato, sempre vicino alla stazione ferroviaria di Rolo, un cittadino indiano 37enne, rapinandolo, sotto minaccia dell’arma, del denaro posseduto (circa 100 euro) e del cellulare. 
 
Durante la perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione del 30enne è stata trovata la pistola usata per la rapina, rivelatasi essere una scacciacani priva di tappo rosso. 
I due sono stati, quindi, denunciati per concorso in rapina aggravata mentre il solo 30enne anche per la rapina a mano armata del giorno precedente.