Rolando Landini nuovo presidente della Croce Verde

reggio emilia. Il vicepresidente Rolando Landini (58 anni) è diventato presidente, assumendo l’incarico del dimissionario Guerrino Davoli (71 anni). Il cambio al vertice della Croce Verde – la pubblica assistenza di maggiori dimensioni di Reggio Emilia, 500 volontari e 110 dipendenti delle onoranze funebri – è stato sancito lunedì scorso dal Consiglio di amministrazione, dopo che Davoli, nel direttivo da ben tre mandati consecutivi, se n’era andato sbattendo la porta.

Il motivo dell’addio con polemica del predecessore, secondo Landini, è da attribuire «a diversità di vedute a proposito dei modi e dei tempi di sviluppo e di riorganizzazione della Croce Verde: il presidente Davoli non era d’accordo su alcuni aspetti e ha dato le dimissioni». Per la nuova dirigenza si è scelto, come previsto, una soluzione interna, “pescando” tra i membri del precedente direttivo. Presidente dunque Landini, nato a Vetto, fratello dell’attuale segretario nazionale della Cgil Maurizio, e socio dell’associazione dal 2010. Nel suo compito sarà affiancato dal vice Domenico Schiatti, 58 anni, pensionato, socio dal 2007.


«Il direttivo ha approvato all’unanimità la nostra elezione, così come rispetto allo statuto si procederà ad una cooptazione per riportare il consiglio a sette componenti e arrivare così a fine mandato nel 2021. Stiamo sagiando le disponibilità dei singoli». Sarà quindi integrato il direttivo, dove ora sono rimasti in quattro: Luciano Borella, Adolfo Canepari, Eugenio Iori, Iller Salardi.

«Ho sempre dato il massimo impegno per la Croce Verde e adesso mi impegnerò ancora di più per dare continuità all’attività di una associazione che ha oltre cento anni di vita», è stata la dichiarazione d’intenti di Landini.

Tra le scadenze imminenti, ha proseguito il neo presidente, figura «l’assemblea di bilancio 2018 programmata per la sera del 27 giugno. Ci tengo a sottolineare che le divergenze interne non sono state dovute a questioni di natura finanziaria. Anche questa annualitò, coem le pèrecedenti, si chiuderà con un lieve attivo. la Croce Verde è sana economicamente». Seguirà l’appuntamento, dal 5 al 7 luglio al parco Lavezza di Albinea, della festa annuale dell’associazione. «Il resto, vale a dire la gestione ordinaria dell’attività, si affronterà a settembre. Dobbiamo dare continuità ai progetti di cambiamento avviati da tempo; il nuovo consiglio seguirà la linea decisa qualche anno fa». —

Am.P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI