Imprenditore 60enne arrestato per bancarotta fraudolenta

Dovrà scontare oltre 7 anni. L'altra sera l'esecuzione di un ordine di carcerazione dopo che due condanne sono diventate esecutive

GUALTIERI. Un imprenditore calabrese 60enne, Francesco Pagliuso, residente a Gualtieri, originario di Crotone, è stato arrestato l’altra sera dai carabinieri di Gualtieri con l’accusa di bancarotta fraudolenta.
 
L’arresto è scattato su ordine dell’ufficio esecuzioni penali della Procura di Milano. Si tratta di un provvedimento legato a due condanne per oltre 7 anni di carcere, emesse nell'aprile del 2014 e nel giugno del 2017 dal tribunale di Milano, per il reato di bancarotta fraudolenta in concorso, commessa nel capoluogo lombardo nel luglio 2009. Le condanne sono diventate esecutive.
 
Oltre alla reclusione, le condanne aggiungono anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, l’interdizione legale per la durata della pena e l’inabilitazione all'esercizio di impresa per dieci anni. 
L’altra sera i carabinieri di Gualtieri, ricevuto il provvedimento restrittivo, hanno eseguito l’arresto, rintracciando l’imprenditore calabrese che dopo le formalità di rito in caserma è stato poi tradotto in carcere per l’espiazione della pena.