I reggiani Rabboni e Maioli nuovi Cavalieri del Lavoro nominati da Mattarella

Il presidente della Repubblica ha firmato il decreto di conferimento all’imprenditore  e al manager reggiano

REGGIO EMILIA. I gelati e l’alta finanza riportano l’economia reggiana a conquistare altri due allori dedicati al lavoro. Ieri il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto con il quale, su proposta del Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio, sono stati nominati 25 Cavalieri del Lavoro.

Due i reggiani: Luciano Rabboni e Giampiero Maioli. Rabboni è il patron di PreGel, ditta di prodotti per gelati, fondata nel 1967 dalla famiglia reggiana a Scandiano. Rabboni e la moglie fanno partire una piccola attività di produzione artigianale di prodotti per gelaterie e pasticcerie. Decidono di chiamare l’azienda PreGel, abbreviazione di “preparati per gelato”, gettando così le fondamenta di quella che, anni dopo, sarebbe diventata una vera istituzione nel settore. Anno dopo anno, la spinta all’innovazione non si ferma e PreGel vive un periodo d’oro, con il lancio di grandi successi come la Pasta Tiramisù e la prima Base Fruttosa per gelati alla frutta. La grande svolta avviene poi una domenica del 1985, quando Rabboni mette a punto un prodotto rivoluzionario: Yoggi, il primo gelato al sapore di yogurt. A inizio anni ’90 vengono lanciate le prime basi per gelato che contribuirono a rivoluzionare il lavoro dei laboratori di gelateria, semplificando e velocizzando notevolmente la produzione. Ma è solo l’inizio: tante le innovazioni, con uno sguardo sempre all’estero. Fino al 2009, quando PreGel inaugura il primo stabilimento produttivo negli Stati Uniti, apice all’estero per l’azienda reggiana. Rabboni, presidente di PreGel, con i figli Vittorio e Dario, e l’aiuto di tutti i suoi dipendenti, continua a guidare con successo l’azienda, primo punto di riferimento internazionale nel settore. Unindustria Reggio Emilia, per voce del presidente Fabio Storchi, ha inviato le proprie congratulazioni a Rabboni.



L’altro riconoscimento è andato al reggiano Giampiero Maioli, responsabile del Crédit Agricole in Italia (Senior Country Officer per l’Italia di Crédit Agricole) e membro del Comitato Esecutivo di Crédit Agricole SA. È Ceo di Crédit Agricole Italia dal 2010 e direttore generale dal 2007. Ricopre, altresì, la carica di presidente di Crédit Agricole Group Solutions, di vice presidente di Amundi Sgr e di Crédit Agricole Vita. È consigliere di Crédit Agricole FriulAdria, Crédit Agricole Carispezia, Crédit Agricole Leasing Italia e Agos Ducato. Presso l’Associazione Bancaria Italiana (Abi) riveste la carica di consigliere, di membro del Comitato di presidenza e del Comitato Esecutivo. È membro del Consiglio Direttivo della Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza (FeBAF). Fa parte dello Strategic Board della Fondazione Università Ca’ Foscari. Nel settembre 2018 è stato insignito del titolo di Cavaliere nell’Ordine della Legione d'Onore francese. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi