Stella Borghi (+Europa) con la Ognibene: la Bonino salva l’asse col Pd

REGGIO EMILIA. A pochi giorni dal voto ogni foto, ogni dichiarazione e ogni frase pesa come un macigno. Non c’è da stupirsi quindi che l’endorsement di Stella Borghi, storica radicale reggiana e militante di +Europa, verso la candidata grillina Rossella Ognibene, abbia scatenato un piccolo terremoto nel partito europeista alleato alle amministrative con Luca Vecchi.

L’amicizia fra le due esponenti, da sempre vicine in anni di battaglie animaliste, era nota a tutti ma nessuno si sarebbe aspettato un appoggio così evidente come quello postato dalla stessa Ognibene sulla propria pagina Facebook.

«Gli ideali comuni travalicano gli schieramenti e i grandi obiettivi al servizio dei reggiani non conoscono divisioni – scrive la pentastellata a commento di una foto che la ritrae abbracciata alla radicale, circondate da simboli del Movimento – da Stella Borghi, storica attivista animalista e ambientalista: “Un invito al voto disgiunto per Rossella Ognibene sindaco. Votate Rossella. La città ne ha bisogno”».

Un post e una dichiarazione che non sono passati inosservata tanto che, nella notte di ieri, è dovuta intervenire la stessa Emma Bonino per salvaguardare l’asse locale con il Pd. «A Reggio Emilia sosteniamo con convinzione, con la nostra lista, il sindaco Luca Vecchi – ha scritto la Bonino in una nota firmata assieme a Valerio Federico, membro della direzione di +Europa e del Comitato nazionale dei radicali italiani – perché ha fatto bene fino ad oggi, perché i nostri valori sono comuni. Il sindaco aderì fin da subito alla nostra campagna “Ero straniero”, che prevede canali legali di ingresso e permessi temporanei per cercare lavoro. Luca Vecchi si è inoltre impegnato con la lista di +Europa ad attivare una sistematica misurazione della qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini e un potenziamento degli strumenti locali di iniziativa popolare».