E' ai domiciliari, ma in casa le trovano un revolver e il market della droga

Arrestata una donna di 35 anni, nascondeva la droga in pacchetti di caramelle. Le sequestrano anche 11.000 euro in contanti l’agenda dello spaccio

GUALTIERI. Era ai domiciliari per droga eppure in casa sua sono aveva ricavato il market della droga e nascondeva persino una pistola. Agli arresti è finita una donna di 35 anni, residente in paese, e di origine napoletana. I carabinieri le hanno sequestrato una dozzina di dosi di cocaina, un etto di hascisc, l’agenda dello spaccio, 11.000 euro provento dell’illecita attività e materiale per la pesatura e il confezionamento, ma, soprattutto, la cosa più inquietante e sulla quale ora le indagini cercheranno di fare chiarezza, cioé un revolver, illegalmente detenuto.
Stando alle risultanze investigative del Nucleo operativo della compagnia di Guastalla, la donna continuava a dedicarsi all’illecita attività della compravendita, ma la presenza dell’arma dà adito a ipotesi di altri più gravi reati.
La donna è estata arrestata con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione illegale di armi e questa mattina dovrebbe comparire in tribunale per la convalida dell’arresto.
Sabato mattina i carabinieri di Guastalla e della stazione di Gualtieri, supportati da una unità cinofila della polizia provinciale di Reggio Emilia, hanno bussato alla porta di casa sua e hanno dato corso a una perquisizione domiciliare, con regolare avvallo della Procura reggiana concorde con gli esiti investigativi dei militari dell’Arma. 
In casa sono stati rinvenuti:
• una scatolina di caramelle “Mentos” contenente 3 dosi di cocaina da mezzo grammo l’una nascosta nella scarpiera;
• una scatolina di caramelle “Vigorsol Air” con 2 dosi da 1 grammo e mezzo l’una nascosta sotto i lavello della cucina;
• una scatolina per sigari con 5 dosi di cocaina del peso di mezzo grammo abbondante l’una nascosta nella scarpiera;
• una scatola di cartone con 6 dosi del peso di un grammo e mezzo l’una nascosta nella stufa posta nel balcone;
• 2 panetti di hashish del peso di mezzo etto l’uno nascosti sempre nella stufa;
• numerosi ritagli di cellophane per il confezionamento delle dosi;
• due bilancini di precisione per pesare le dosi;
• 2 smartphone ritenuti il mezzo per contattare i clienti;
• contante per oltre 11.000 euro ritenuto provento dello spaccio;
• un’agenda clienti con appunti contabili riportanti nomi associati a cifre;
• un revolver cal. 10 marca “Bodeo” rinvenuto in un armadietto posto nel balcone.
 
È stato tutto posto sotto sequestro, mentre la donna è stata arrestata.