Reggio Emilia, don Ercole si difende a processo: «Non ho mai voluto minacciare il giudice»

Ruffini: «Sotto casa sua ma perché frequentavo l’ottico». Il prete: «Andai dalla Beretti senza alcuna sollecitazione»