Don Camillo e Peppone tornano sul grande schermo

Dpon Camillo e Peppone intepretati da Fernadel e Gino Cervi

Brescello, incontro in Comune tra i produttori (Dream Movie e Vrm) e il sindaco Elena Benassi: «È ancora un’ipotesi, ma l’idea di un nuovo film sulla coppia è suggestiva»

Brescello. L’idea è ancora in fase embrionale, ma del progetto se ne è parlato e nelle prossime settimane se ne potrà sapere di più. . L’ipotesi di un nuovo film su Don Camillo e Peppone ha varcato anche le porte del municipio ed è giunta sino al sindaco Elena Benassi, che nei giorni scorsi ha incontrato Maria Teresa Bruni della Dream Movie e Angelo Modina della Vrm, i due produttori interessati a portare sul grande schermo una versione moderna di Don Camillo e Peppone.

Sono ancora diversi gli ostacoli burocratici da superare e non è ancora possibile fornire un’eventuale tempistica, ma si è registrato l’impegno reciproco delle parti a rivedersi e a venire incontro alle reciproche esigenze. «Siamo ancora nel campo delle ipotesi – afferma il sindaco – ma sarebbe davvero suggestivo rivedere nuovamente Don Camillo e Peppone al cinema, a colori e dopo così tanti anni. Segno che anche dopo tanto tempo le tematiche legate ai due personaggi sono sempre molto attuali».


Nel frattempo, la Bassa Reggiana sarà teatro di un film la cui lavorazione è già in atto, dopo il reclutamento di comparse, avvenuto anche a Palazzo Bentivoglio a Gualtieri, nelle scorse settimane. Si tratta di “Si muore solo da vivi”, e le cui riprese si svolgeranno dal 9 maggio al 20 giugno proprio nel Reggiano, in particolare nelle Terre di Po e dei Gonzaga. La storia si snoda lungo le sponde del grande fiume, narrando la vicenda di uomini e donne provati da una grande catastrofe (il terremoto del 2012, che ha portato via casa, lavoro e in qualche caso affetti) ma che alla fine affrontano le vita e il destino con ottimismo, grazie al carattere positivo, ironico della gente di queste parti. —