Due milioni per il Cattaneo che diventa antisismico

REGGIO EMILIA. Tra gli investimenti previsti dalla Provincia di Reggio e presentati ieri mattina dal presidente Giorgio Zanni e dalla vice Ilenia Malavasi, non mancano gli interventi previsti nei poli scolastici distrettuali, che sono ormai una realtà consolidata e in espansione.

Il più consistente è l’adeguamento sismico dell’Istituto Cattaneo, a Castelnovo Monti, per un importo complessivo di due milioni di euro.


Il progetto esecutivo è già stato approvato. Costerà, poi, un milione e 650mila euro la trasformazione in edificio scolastico di una parte dell’ex supermercato della Coop di Montecchio.

Il fabbricato, tutto esteso sul piano terra, è prospiciente l’Istituto superiore Silvio D’Arzo, che ha chiesto di poterne disporre per attrezzarvi i laboratori di cui ha necessità.

Il progetto esecutivo, già approvato, mostra la suddivisione dell’area in quattro aule attrezzate e servizi a disposizione della scuola e in spazi a disposizione dell’amministrazione, con ingressi separati.

Altre risorse, stanziate con deliberazioni della Giunta regionale del 2018 e 2019, per un importo complessivo di 627mila euro, sono destinate alla messa in sicurezza e all’adeguamento funzionale degli Istituti Cattaneo e Motti di Castelnovo Monti, del liceo Corso di Correggio, degli Istituti Russell e Carrara di Guastalla e del D’Arzo di Montecchio.

Sono poi in corso di assegnazione ulteriori finanziamenti derivanti dai residui della programmazione di edilizia scolastica 2015-2017, per un importo totale di 961mila euro.

Ne sono destinati 464mila agli adeguamenti funzionali e sismici dei poli scolastici di Guastalla, Correggio, Montecchio e Castelnovo Monti, 350mila alla scuola primaria di Castelnovo Sotto e le somme rimanenti alle scuole dell’infanzia Allende di Bibbiano (43mila), Robin Hood di Baiso (80mila) e Pulsoni di Collagna (24mila).

Le economie sui mutui Bei del 2016 e 2017 (338mila euro) andranno ai poli scolastici distrettuali e alla scuola media di Praticello di Gattatico.

Infine la nuova programmazione 2018-2020 permetterà di completare la nuova scuola di Coviolo con la costruzione dell’aula magna (costo due milioni), e l’adeguamento sismico dell’Istituto superiore Scaruffi di via Filippo Re, per un importo di 2,5 milioni di euro. —

L.S.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI