Cordoglio per la morte di Antonio Reboli, una vita nel volontariato

Il ragioniere Antornio Reboli, morto a 63 anni

Cavriago, ragioniere di professione, ha lavorato per alcuni anni nell’azienda di Mariella Burani. I funerali si terranno giovedì 17 gennaio con partenza alle 9.45 dalla Casa della carità

CAVRIAGO. Il paese in lutto per la scomparsa, all’età di 63 anni, di Antonio Reboli. Un uomo amato e stimato da tutti, sia per il suo carattere che per la sua umanità. Ragioniere di professione, ha lavorato per alcuni anni nell’azienda di Mariella Burani. Ha lavorato anche come commerciante nel suo negozio dove confezionava con amore le bomboniere.. Durante la sua vita non ha mai smesso di fare il volontariato. È stato una colona portante del volontariato alla Casa di carità di Cavriago, dove prestava servizio per i più bisognosi. La notizia della sua scomparsa ha rattristito tutti.

Il suo amico Giacomo Papotti lo ricorda così: «Ho conosciuto Reboli alla Casa di carità di Cavriago. Lui era sempre lì a servire il prossimo con un amorevole sorriso e una mano tesa accompagnata da parole di conforto cristiano. Anche quando la malattia subdola lo ha colto ancor giovane, ma che non ha fatto altro che renderlo ancor più resiliente, ancora più cristiano. L’ho sempre ammirato perché per lui non esisteva alcuna incertezza, lui era forte».Tantissimi i cittadini che hanno scritto messaggi di ricordo e di cordoglio per la sua scomparsa. «Ciao Antonio, ho avuto il piacere di conoscerti alla Croce Rossa, una gran brava persona, sempre disponibile per il prossimo». «Ciao Antonio, una persona buona e umile. Ce ne vorrebbero come te».


E ancora: «Ciao Antonio, sei sempre stato un combattente, avevi un sorriso e una parola buona per tutti. Ora, non c'è più sofferenza, c'è pienezza e luce».Ieri la salma di Antonio Reboli è stata esposta all’interno della Casa della carità di Cavriago, il luogo dove trascorreva gran parte delle sue giornate, offrendo il suo piccolo aiuto agli ospiti che ne avevano bisogno. Sempre alla Casa di carità ieri sera è stato recitato il Rosario. In tanti hanno partecipato per ricordare l’uomo buono scomparso a causa di una malattia. Serata in cui è stato citato un pensiero profondo per lui: «Perché se una lacrima per i defunti evapora, ed un fiore sulla tomba appassisce, una preghiera invece arriva fino al cuore di Dio».

I funerali di Antonio Reboli si terranno giovedì 17 gennaio con partenza del corteo funebre alle 9.45 dalla Casa della carità verso la chiesa di San Terenziano, dove sarà officiata la messa.—