Erba artificiale anti-trauma nel campo sportivo della Riese

I lavori per la sostituzione del manto in era nel campo sportivo di Rio Saliceto

Rio Saliceto, terminati i lavori di riqualificazione dalla società sportiva per 130.000 euro Il presidente Bertazzoni: «Uno sforzo importante che era necessario»

RIO SALICETO. Terminati i lavori di riqualificazione del campo sportivo di via IV Novembre costati 130mila euro che sono consistiti nella realizzazione di un campo in erba artificiale di ultima generazione.La nuova struttura ora permette di utilizzare il rettangolo di gioco anche in condizioni climatiche avverse garantendo quindi il regolare svolgimento di tutte le attività della società calcistica di Rio Saliceto e risparmiando le spese di affitto per altri impianti ai quali la società sportiva è stata obbligata a rivolgersi negli ultimi anni.

Erba arficiale anti trauma. La Riese, inotre, grazie al rinnovo della convenzione con il Comune di Rio Saliceto cura la gestione e la manutenzione ordinaria di tutto l’impianto sportivo e ha come sempre la possibilità di affittare anche quest’ultimo spazio ad altre società o privati che ne fanno richiesta.

Massimo Bertazzoni, presidente della Riese calcio ha espresso grande soddisfazione per il nuovo impianto: «Stiamo ricevendo i complimenti da tutti i giocatori e dirigenti delle varie società per il nuovo campo in sintetico e anti-trauma. È stato uno sforzo importante ma che abbiamo fortemente voluto. Lo abbiamo finanziato noi, come società, abbandonando la pressi del credito sportivo del Coni che si è rivelata un'esperienza devastante. Innanzitutto, nonostante il tasso “zero” abbiamo scoperto spese di contorno eccessive. E poi, cambiando continuamente i responsabili a Roma, abbiamo perso tre anni a causa della burocrazia».

Le caratteristiche. Il nuovo impianto ha dimensioni di 60 metri di lunghezza e 40 metri di larghezza. Viene chiamato il “calciotto”, perché si può giocare in 8 come il Lombardia ma in Emilia in campo scendono 7 giocatori.Su questo campo gioca la squadra amatoriale ex San Giorgio oggi affiliata alla Riese. Possono giocare i ragazzi del settore giovanile e può allenarsi sia la prima squadra che la Juniores.
La realizzazione di un campo in erba artificiale è particolarmente consigliabile quando vi è la necessità di un utilizzo intensivo della struttura sportiva, superiore alle 25 ore settimanali, oltre le quali si supera la massima potenzialità di sfruttamento di un campo naturale e se ne danneggia gravemente l’efficienza.

L’erba sintetica è stata sviluppata a partire dagli anni ’60, e nacque inizialmente negli Stati Uniti: i primi utilizzi furono in ambito sportivo ed atletico perché il manto sintetico possiede la caratteristica di essere sicuramente più resistente dell’erba.A questo si aggiunsero gli innumerevoli vantaggi di tipo economico e di tipo manutentivo: l’impiego del prato artificiale rende infatti non necessari i costi per la manutenzione tradizionale dei prati in erba naturale.