Il grande fiume supera i 6 metri, aperti i centri operativi

La situazione delle strade alle 11,30 nei pressi del lido dio Guastalla

In allerta Guastalla, Brescello, Boretto e Gualtieri. I sindaci firmano le ordinanze di divieto di transito lungo le strade dei lidi e sulle ciclabili. Il colmo di piena atteso nella notte di venerdì 9 novembre

GUASTALLA. Il grande fiume cresce ancora e i centri operativi comunali di Brescello, Boretto, Gualtieri e Guastalla sono stati attivati. Il Po ha continuato a crescere durante la notte confermando le previsioni: alle 19,10 di giovedì 8 novembre aveva raggiunto il primo livello di guardia fissato a 5,50 metri; alle 6,30 di venerdì 9 novembre il fiume aveva raggiunto quota 5, 80 e alle 11,30 quota 5,94 con una crescita costante di 2 centimetri l’ora. Nel pomeriggio di venerdì 9 è stato superato il livello dei 6 metri.

Strade allagate alla rotonda del lido di Guastalla

Secondo le previsioni di Aipo il colmo di piena si raggiungerà durante la notte di venerdì 9 novembre. Intanto il grande fiume ha inondato l’area delle golene e di conseguenza le amministrazioni comunali della Bassa Reggiana hanno firmato le ordinanze di divieto di transito lungo le strade dei lidi e sulle piste ciclabili. Nonostante il Po si preveda raggiunga e superi i 6 metri di piena, non dovrebbe provocare problemi o disagi se non nei territori accanto al letto del fiume.