Sequestro alle Poste, dietro la resa una mediazione lunga ore per evitare spargimenti di sangue

Durante le otto ore in cui i dipendenti delle Poste di Pieve sono rimasti ostaggio di Fancesco Amato, sul tavolo hanno ballato due possibilità: mediare con lui o fare irruzione armati, rischiando il ferimento delle persone sequestrate. Solo l'esperienza dei carabinieri reggiani ha impedito un bagno di sangue.