Hacker ripulisce il conto corrente postale di un 27enne, denunciato

Fabbrico, un siracusano di 26 anni ha sottratto dati sensibili al coetaneo con una richiesta-esca e l'ha derubato di 4.300 euro che i carabinieri hanno rintracciato sul suo conto

FABBRICO. Ladro e truffatored ma asso dell'informatica: operando da un’altra provincia è riuscito a derubare un giovane di 27 anni, residente a Reggio Emilia, al quale ha alleggerito il conto corrente di 4.000 euro dopo essersi impossesato di alcuni dati sensibili. La vittima ha scoperto di essere stato derubato quando, nei giorni scorsi, si è rivolto all'ufficio postale di Fabbrico per dei chiarimenti e ha subito denunciato il fatto ai carabinieri.

I militari di Fabbrico grazie anche a indagini telematiche sono risaliti all’hacker, un 26enne di Siracusa, che è stato denunciato per frode informatica alla Procura reggiana. Secondo quanto ricostruito, il giovane truffato ha ricevuto sul proprio smartphone una mail con una comunicazione da parte di Poste Italiane, presso cui è correntista, di un movimento anomalo registrato sul suo conto. Si trattava di una richiesta-esca in quanto dopo essersi collegato al link indicato nella mail, è stato dirottato su una schermata in cui gli venivano chiesti una serie di dati sensibili comprese le credenziali del suo coto corrente postale.

In completa buona fede il giovane ha inserito le informazioni, senza però ricevere alcuna risposta. Successivamente sulla mail ha ricevuto la comunicazione di un addebito sul suo conto di 4.3000 euro per l’acquisto di un trattore che mai si era sognato di comprare. In quel momento, il 27enne, ha realizzato di essere stato truffato e ha denunciando tutto ai carabinieri. Le indagini hanno consentito di accertare che l’intera somma sottratta dal conto corrente della vittima era finita  sul conto corrente di un 26enne siracusano nei cui confronti è scattata la denuncia.